TRATTO DALL'OMONIMO BEST SELLER INTERNAZIONALE CON PIU' 5 MILIONI DI COPIE VENDUTE

LA TRECCIA

LA TRECCIA

121 min | Melodramma | Italia, Belgio

Vignola Polignano
Sala 1 19:15

Biglietto intero € 6,50, ridotto €5,00

Sala 1 21:15

Biglietto intero € 6,50, ridotto €5,00

Gli orari indicati corrispondono all'inizio di pubblicità e trailer.

Lo spettacolo inizia 5 minuti dopo.

La programmazione potrebbe subire variazioni senza preavviso.


Regia

Laetitia Colombani

Attori

Kim Raver Fotinì Peluso Mia Maelzer Avi Nash. «continua Manuela Ventura Francesco Marinelli Sarah Abbott Ilaria Cangialosi Marcel Jeannin Guendalina Losito Bonnie Mak Mimmo Mancini Damon Runyan Celeste Savino Matthew Alan Taylor Kenny Wong Lydia Zadel Lucia Zotti

Genere

Melodramma

Durata

121 min.

Nazione

Italia, Belgio

Tipo

Film

Classificazione

Per Tutti

Trama

Niyamatabad, India del nord. Una donna Tamil vive con la figlia e il marito ai margini della società, relegata al ruolo di intoccabile buona solo per pulire i bagni dei bramini. Quando la figlia, che lei ha mandato a scuola pagando profumatamente, viene percossa dall'insegnante bramino che vuole farle spazzare il pavimento della classe, la donna decide di fuggire al sud insieme alla bambina, lasciandosi dietro il marito pavido e indeciso. Monopoli. Giulia è figlia di un piccolo imprenditore pugliese che scolorisce e tinge quei capelli naturali che diventeranno parrucche. Ma il padre ha un incidente e la figlia viene informata dei suoi molti debiti.

Nel frattempo Giulia si innamora di un cooperante sikh, ignorando la corte serrata del figlio della famiglia ricca del paese. Montreal, Canada. Sarah Cohen è un'avvocatessa affermata con due divorzi alle spalle e tre figli da due padri diversi. Pur essendo molto devota al lavoro non dimentica di dare attenzioni ai ragazzi e cerca di essere perfetta in ogni situazione. Ma una malattia la coglierà alla sprovvista e metterà una seria ipoteca sul suo futuro.

Note

La treccia, una coproduzione italo-belga in cui Fandango è responsabile della parte italiana, attraversa tre Paesi e le vite di tre donne coraggiose (la dedica finale è proprio al coraggio muliebre), collegandole solo alla fine tramite una parte del corpo femminile che spesso le rappresenta, ovvero i capelli: messi a rischio da un'industrializzazione selvaggia, o da cure mediche invasive, o dalla devozione alla religione.

MUSICHE ORIGINALI DI LUDOVICO EINAUDI.

La regista francese Laetitia Colombani, che si ritaglia un breve cammeo nei panni dell'insegnante della figlia maggiore di Sarah, dedica uno stile diverso a ciascun episodio con l'aiuto del direttore della fotografia Ronald Plante, ricreando credibilmente il sovraffollamento afoso dell'India, la luminosità mediterranea della Puglia e la fredda luce asettica degli ambienti di lavoro canadesi.


Nei nostri cinema